Soggiornare nelle storiche dimore della Bassa Slesia

Sono ancora tanti i palazzi d'epoca convertibili ad uso ricettivo

  • Castello di Chojnik


Tutte le storie che hanno come protagonisti i castelli e i palazzi dui cui, affermiamolo pure senza indugio, trabocca la Bassa Slesia, ci trasportano in un mondo popolato da tesori nascosti, audaci cavalieri, spregiudicati intrighi, crudeli vessazioni ma anche intriso di vittoriose conquiste d’amore. Le storie da raccontare non mancano perchè ogni quarto castello o palazzo polacco si trova proprio in questa regione. Oltre a ravvivare l’immaginazione dei cercatori di avventure, il multiforme patrimonio dei castelli di Książ, Czocha, Chojnik, Bolków, Kamieniec Ząbkowicki o Grodziec può impartire lezioni di storia di cultura cavalleresca nella società feudale ed è preziosa testimonianza degli stili architettonici succedutisi nei secoli. Molte strutture sono state convertite in alberghi e centri congressi. Dimore d’epoca e ambienti unici che offrono soggiorni indimenticabili, con tanto di piscine, saune, campi da golf e parchi curati in ogni minimo dettaglio. La lista seguente vuole essere solo un assaggio di quella che potrebbe essere la vostra prossima meta turistica, un’armoniosa fusione di storia e piacere contemporaneo. 

Palazzo di Łomnica

Palazzo e tenuta esterna di Łomnica, in provincia di Jelenia Góra. www.palac-lomnica.pl 

Stagione di apertura: tutto l’anno. Hotel, museo agricolo con annesso il ristorante “La Vecchia Scuderia” (Stara Stajnia), il Centro Commerciale del Lino, la panetteria, la bottega dei prodotti artigianali, il Museo dell’Arredo del Palazzo comprendente anche la cucina medievale. Prodotti regionali, gite a cavallo, eventi aziendali, comunioni e feste di nozze.

Castello di Książ

Il terzo per grandezza in Polonia. Orari di apertura: (1.IV–30.IX) Lun–Ven: 10:00–18:00, Sab–Dom: 10:00–19:00; (1.X–31.III) Lun–Ven: 10:00–16:00, Sab-Dom: 10:00–17:00. www.ksiaz.walbrzych.pl 

Visite diurne e notturne, possibilità di pernottamento, punto panoramico, ristoranti, nelle vicinanze allevamento cavalli e serra delle palme. Secondo quanto riportato da alcune ipotesi, nel sistema di tunnel scavati sotto il castello di Książ avrebbe dovuto trovarsi un importante centro di comando e gestione di laboratori con il compito di condurre ricerche su nuove tipologie di armi. Le gallerie furono minate prima che l’esercito sovietico potesse raggiungerle, persino i fori per la presa dell’aria furono ricoperti di terra. Le misteriose gallerie continuano a suscitare grandi emozioni, i cercatori di tesoro credono fermamente che in quei tunnel si trovino le opere d’arte saccheggiate dai nazisti in Polonia. Di sicuro se c'è un segreto, è tuttora ben custodito.

Palazzo di Kamieniec Ząbkowicki

Se è lecito parlare di miracolo in ambito turistico, in questa località –solo lontanamente assimilabile ad un luogo di villeggiatura – ci troviamo davanti a qualcosa di davvero portentoso. Nel giro di due anni le autorità comunali hanno fatto sì che ben cento persone lavorassero per dare nuovo lustro al castello, che ancora poco tempo fa era difficile distinguere in tutta la sua imponenza da dietro i cespugli e una boscaglia malcurata che aveva preso il sopravvento. Fu costruito nel XIX secolo su volontà della principessa olandese Marianna di Orange, che vi investì l’equivalente di qualche tonnellata d’oro! 

Aperto tutto l’anno, da lunedì a domenica dalle 10:00 alle 18:00. Possibilità di visita (25 PLN), ingresso al parco, disponibile un punto d’informazione turistica. www.palacmarianny.com.pl, www.facebook.com/PalacMarianny

Palazzo di Leśnica

Un bellissimo esempio di architettura barocca, di cui si è già scritto qui. Il sito ufficiale: www.zamek.wroclaw.pl 

Orari di apertura: Lun–Ven.: 8:00–20:00, Sab-Dom: 10:00–18:00. Eventi all’aperto, manifestazioni artistiche, laboratori, atelier artistico, souvenir, visita libera.

Palazzo di Staniszów

Si trova entro in confini amministrativi di Jelenia Góra: www.palacstaniszow.pl

Stagione di apertura: 01.01–31.12. Aperto al pubblico ogni giorno dalle 8:00 alle 22:00. Visita al palazzo, offerta gastronomica, possibilità di pernottamento, esposizioni artistiche, punto panoramico, parco, centro benessere spa.

Castello di Czocha

E’ recentemente balzato alla cronaca guadagnandosi il titolo di Hogwarts del mondo reale.   

Aperto tutto l’anno. Visite guidate, visita con supporto multimediale alle sale delle torture, ristorante, offerta pernottamento, vista panoramica dalla torre del castello. www.zamekczocha.com, www.facebook.com/zamek.czocha

Castello di Kliczków

Con le sue 120 stanze e i suoi 7000m2 di superficie è il più grande complesso immobiliare d’epoca ad uso ricettivo-alberghiero in Polonia. All’inizio del XX secolo a riscuotere grande fama fu la biblioteca del castello, che tra i suoi 20mila volumi conservava anche opere originali di Lutero. Oltre ad impreziosire il parco circostante di specie arboree non indigene, l’architetto del paesaggio Eduard Petzold vi realizzò un cimitero per cavalli, che possiamo tuttora ammirare. www.kliczkow.com.pl 

Visita guidata nei weekend e nei giorni festivi durante i seguenti orari: 12:30, 13:30, 15:00 e 16:30. Offerta di pernottamento, ristorante, caffetteria, piscina, campi da tennis, gite in bici, passeggiate a cavallo, SPA. La struttura ospita conferenze, ricevimenti di nozze, cerimonie private familiari.

Castello di Topacz

Albergo aperto tutto l’anno 24 h, il ristorante dalle 12:00 alle 22:00, percorsi a piedi, campi da tennis, postazioni di tiro per i giocatori di golf, laghetto e spiaggia. Museo dell’Automobile. www.zamektopacz.pl

Castello di Bolków

Il castello gotico domina la piccola città omonima da una suggestiva altura. Costruito nel XIII secolo a scopi difensivi, da ormai più di vent’anni ospita il più grande festival dark nell’Europa centro-orientale (per saperne di più seguite questo link: http://www.wroclaw.pl/it/bassa-slesia-tra-stazioni-di-cura-e-festival-dark)  www.zamek-bolkow.info.pl

Castello di Chojnik

Si trova ai piedi dei Monti Karkonoskie. Secondo la leggenda ci visse la principessa Cunegonda, il cui desiderio era che i pretendenti alla sua mano indossassero l'armatura e a cavallo facessero il giro delle mura. I più coraggiosi, accecati dalla promessa di matrimonio, accettavano la sfida e finivano nella scarpata sottostante. Uno solo riuscì a soddisfare il capriccio di Cunegonda - rifiutò però il premio e lasciò la nobil dama a bocca asciutta. www.chojnik.pl

Dal 2012 ad oggi 20 palazzi in Bassa Slesia hanno trovato nuovi proprietari. Qualcuno è interessato ad acquistarne uno? ;)

MaMu