Cerimonia di apertura di Wroclaw Capitale Europea della Cultura 2016

Un trionfo di allegria ed effetti scenografici durante i festeggiamenti per l’inaugurazione


Il progetto Capitale Europea della Cultura è di gran lunga il più importante nella storia della Wroclaw post-bellica” – ha sottolineato il sindaco Rafał Dutkiewicz durante la conferenza stampa convocata per presentare il programma di apertura. Prosegue: “Wrocław è una città straordinaria, aperta e tollerante, dove non c’è spazio per nazionalismi e xenofobia”. In seguito agli attacchi che hanno sconvolto Parigi, infatti, la Polonia è stata attraversata da numerose manifestazioni contro l’accoglienza dei profughi a cui si oppongono altrettanti secchi no da parte di chi si fa portatore di solidarietà.

Il momento più importante della cerimonia di apertura sarà “Przebudzenie” (il risveglio), diretto da Chris Baldwin. Avrà luogo domenica 17 gennaio 2016 e partirà da quattro punti diversi della città per convergere nella piazza del mercato. I cortei a cui prenderanno parte gli abitanti saranno guidati dai quattro Spiriti di Wrocław: lo Spirito del Pluralismo religioso, dell’Innovazione, della Ricostruzione e dell’Alluvione. Ciascuno racconterà un frammento della storia della città, il finale vedrà la partecipazione di 1300 artisti, 200 coristi, 50 soldati e 300 ciclisti. „Lo scopo ultimo è imbastire un dialogo tra passato e presente, e ricostruire un percorso storico in cui si mescolano come in un crogiolo particelle polacche, ceche, tedesche, ucraine ed ebree. Non posso rivelarvi ulteriori dettagli, potete però contare su colpi di scena e inaspettate sorprese” – racconta Chris Baldwin. Nello spettacolo vedremo inoltre 30 installazioni luminose, 1400 persone in costume e 30 giganteschi pupazzi.

Nelle due giornate precedenti sono previsti numerosi altri eventi incontestabilmente capaci di soddisfare i “palati” culturali più esigenti. Venerdì 15.01 BWA (ul. Świdnicka 2-4) vi invita a partecipare al vernissage della mostra dedicata ai lavori dell’eminente scultore basco Eduardo Chillida, mentre il giorno dopo presso l’unico Museo di Architettura in Polonia (ul. Bernardyńska 5) verrà inaugurata quella che ripercorre gli ultimi 25 anni del Premio dell'Unione europea per l'architettura contemporanea/Mies van der Rohe Award – a farla da protagonisti saranno i modelli dei finalisti e dei progetti vincitori (in tutto 170 opere!), distintisi per aver stimolato un dibattito internazionale in materia di innovazione tecnologica e costruttiva calata nel tessuto urbano. Sempre sabato 16.01 uno sguardo onirico attraverserà il Museo Nazionale, che per l’occasione si trasformerà nel Museo dei Sogni (Muzeum Marzeń): 9 spettacoli che fonderanno insieme letteratura, musica e teatro, a cui la regia di Jacqueline Kornmüller aggiunge anche le opere di grandi maestri come Wassily Kandinsky e Władysław Podkowiński. Durante il weekend è previsto inoltre un ciclo di concerti che saranno ospitati nella nuova fabbrica della musica, il Narodowe Forum Muzyki (per ulteriori informazioni qui). Le musiche e le rappresentazioni che le accompagneranno attingeranno la propria ispirazione dal pensiero del mondo antico e dall’idea di Capitale Europea della Cultura come è stata concepita dall’attrice e ministro della cultura greco Melina Mercouri.

Complessivamente i tre giorni in cui si articolerà l’inaugurazione del programma artistico di Wrocław Capitale Europea della Cultura per il 2016 saranno riempiti da oltre cento eventi. Installazioni e performance artistiche, appuntamenti musicali, spettacoli che animeranno, oltre agli spazi pubblici comunemente adibiti a tale scopo, anche luoghi più inconsueti come ospedali, centri commerciali e stazioni ferroviarie.

Nel 2016 venite a scoprire Wrocław e guai a non tornarci!

 

MaMu